Tutti coloro che vogliono contribuire al nostro progetto possono versare anche solo 1 euro cliccando sul bottone DONAZIONE.

Top Panel
Sabato, 23 Ottobre 2021
A+ R A-
  • Visite: 8067

Anche se la maggior parte della popolazione ne ha perso la memoria; nell’estremo Ponente Ligure, il periodo temporale legato al Solstizio d’inverno conserva ancora segni evidenti di antichissime consuetudini popolari. Quella tuttora assai evidente, consiste nell’accensione di duraturi fuochi solstiziali in quasi tutti i villaggi delle vallate intemelie.

Leggi tutto: Note sulla nöte di Natale
  • Visite: 5097
RIFERIMENTI STORICI

Si hanno notizie di Carnevali ventimigliesi, popolarmente molto sentiti, all’inizio del secolo, con elitari veglioni nel Teatro Civico, in città alta, ora Civica Biblioteca, e poi nel nuovo Politeama Sociale della città bassa, ora Teatro Comunale.

Leggi tutto: CARNEVALE E QUARESIMA LOCALE
  • Visite: 6505

SOLSTIZIO ESTIVO

 

 

Fin dall’Alto Medioevo, il Solstizio d’estate è caratterizzato dalle feste celebrate in onore di San Giovanni Battista, solennità che hanno raccolto le tradizioni di un periodo sacro, di diretta comunicazione fra il visibile e l’invisibile, in nome del Sole, che raggiunge nel cielo, in quel periodo, la maggior altezza nella parte settentrionale dello zodiaco.

 

Leggi tutto: FUOCHI D
  • Visite: 7091
Queste processioni drammatizzate, si concludevano con la messa in scena della Passione, dapprima interpretata da fedeli, poi rievocata con l’ausilio di gruppi statuari.2

In Ventimiglia: i Bianchi, i Neri e la confraternita del Rosario, facevano a gara per mostrare i gruppi scultorei più artistici; come quello, opera di anonimo del XVIII secolo, recentemente restaurata, che oggi è in mostra nell’abside della navata sinistra, in Cattedrale.3

Nei primi anni del Settecento, con lo stimolo di san Leonardo da Porto Maurizio, si diffuse la pratica della Via Crucis, sia all’interno delle chiese, che lungo itinerari campestri.

Ancora pochi decenni or sono venivano restaurate e ripristinate le cappellette rituali che scandiscono la Via Crucis verso il santuario della Madonna delle Virtù, in Siestro; costruzioni che risalgono al tardo XVIII secolo.

Leggi tutto: LA PASQUA INTEMELIA
  • Visite: 6397
IL PIANTAR MAGGIO

Era antica usanza rurale che, la notte della vigilia del primo giorno di maggio, molti giovani, ragazzi e ragazze insieme, uscissero in campagna, o nel bosco, per andare alla ricerca del mazu, l’albero da tagliare e portare in paese; lo si innalzerà e gli si ballerà attorno durante tutta la giornata successiva.1

Leggi tutto: OR TORNA MAGGIO

Grazie a tutti...